Avengers: Infinity War – Analisi e teorie sul futuro

Infinity War. Quale sarà il futuro degli Avengers??

(SPOILER! SPOILER! SPOILER! SPOILER! SPOILER!)

infinity war
Okoye, Black Panther, Capitan America, Natasha Romanoff, Winter Soldier

Da poco uscito nella sale, “Avengers: Infinity War”, è uno dei migliori film del MCU (Marvel Cinematic Universe). Il merito di questo grande successo va attribuito a diversi fattori. I molteplici personaggi si incastrano bene nella trama, nonostante lo spazio ristretto di circa due ore e mezzo, ed ognuno di loro ha la propria utilità. Parte subito in quarta, mostrandoci l’astronave degli asgardiani quasi completamente distrutta, il popolo di Tohr sterminato e Thanos che passeggia spensierato tra i cadaveri in cerca del Cubo Cosmico, che poi otterrà con la conseguente morte di Loki. Il ritmo rimane serrato per tutta la durata, con solo dei brevissimi momenti in cui l’azione rallenta. Di certo non ci sono forti momenti di introspezione come in “Logan”, ma va benissimo così.

thanos
Thanos (Josh Brolin)

Bisogna però ammettere che il valore aggiunto di “Infinity War” è Thanos, interpretato da Josh Brolin. Un villain così non si era mai visto in un film targato Marvel. Decisamente il miglior cattivo di tutto il MCU e, probabilmente, il miglior personaggio della pellicola.

Ma Thanos è veramente così tanto cattivo?

Analizziamo bene il personaggio. Giustamente viene molto più approfondito rispetto a tutto il resto degli Avengers che già conosciamo e, al contrario di tutte le altre storie narrate dalla Marvel, ha molto più spazio, tanto da sembrare lui il vero protagonista.

Le motivazioni che lo portano a cercare le Gemme dell’Infinito, sono del tutto diverse da quelle di tutti gli altri cattivi del MCU. Anche se in una maniera decisamente contorta, il suo vero obiettivo è quello di salvare l’intero universo, non distruggerlo o, tanto meno, diventarne il sovrano. Durante lo scontro che ha su Titano con Iron Man, Doctor Strange, Spiderman e i Guardiani della Galassia (Star Lord, Drax e Mantis), Thanos mostra a Tony Stark la vera forma del suo pianeta. Nel momento dello scontro, Titano è un pianeta deserto e completamente distrutto, ma tempo addietro era un pianeta bello e prosperoso.

Anche se nei fumetti lui distrugge mezzo universo come sacrificio per soddisfare la sua amata Morte, nel film vuole semplicemente evitare che agli altri pianeti succeda quello che è successo a Titano. Per farlo è disposto a tutto. Si prende il fardello di essere additato come essere malvagio e distruttore di mondi, inoltre sacrifica tutto quello che ama: cioè Gamora.

thanos e gamora

Il lato umano di Thanos è strettamente legato alla sua amata figlia. In primo luogo, quando sono nella sala del trono, Gamora gli sbatte in faccia tutto ciò che pensa di lui. Gli dice che lo odia e che ha sempre detestato quello che sta facendo. A quel punto lui è vistosamente ferito nall’animo, poiché pensava e sperava che un giorno lei avrebbe capito le sue motivazioni. Sono sincere le lacrime che gli escono quando scopre, su Vormir, che l’unico modo per ottenere la Gemma dell’Anima è sacrificare Gamora.

iron man infinity war
Iron Man

A proposito di quello che succede su Titano. Probabilmente ogni cosa era già stata prevista dal Dottor Strange, che vede oltre 14 milioni di possibilità diverse per la battaglia contro Thanos, e solamente in una gli Avengers trionfano. Sono giunto a questa conclusione analizzando i vari comportamenti che ha Stephen durante la permanenza sul pianeta ormai morto. Mentre è in viaggio verso il pianeta natale di Thanos con Tony Stark e Peter Parker, Strange rivela che se dovesse scegliere tra proteggere la Gemma del Tempo o salvare Iron Man o l’Uomo Ragno, sceglierebbe la Gemma senza pensarci due volte. Quando poi si trova veramente a dover scegliere, decide di consegnare (troppo facilmente) la Gemma al nemico in cambio della salvezza di Stark. Poco dopo i nostri eroi sono quasi riusciti a togliere il Guanto dell’Infinito a Thanos e, se non fosse stato per l’interruzione causata da Star-Lord, ci sarebbero riusciti. Quando però tutti quanti tentano inutilmente di far ragionare Peter Quill (Star-Lord), il Dottore non fa una piega e non tenta di fermare in alcun modo il leader dei Guardiani della Galassia, lasciando sfumare il tentativo di prendere il Guanto dell’Infinito.

E per finire c’è la frase che pronuncia prima di dissolversi: “questo era l’unico modo”.

E’ ovvio che la guerra contro Thanos non è finita, e se il Dottor Strange ha deciso di salvare Tony Stark, con tutta probabilità è perché nella sua visione è indispensabile per arrivare alla vittoria finale.

infinity war
Wong, Dottor Strange, Bruce Banner, Tony Stark

Il vero colpo di scena, la scena che tutti quanti ricorderanno, che ha lasciato gli spettatori con la bocca aperta, è il finale.

Thanos riesce a schioccare le dita dopo aver ucciso Visione ed essersi impossessato di tutte le Gemme dell’Infinito. Metà della popolazione universale viene cancellata. Tra i morti ci sono molti membri del team degli Avengers: Black Panther, Spiderman, Scarlet, Falcon, Winter Soldier, Star-Lord, Mantis, Groot e Drax.

In pratica, oltre a Nebula e a Rocket, sono rimasti vivi i 6 Avengers originali, ovvero: Capitan America, Iron Man, Thor, Hulk, Vedova Nera e Occhi di Falco (che nel film non compare ma si presume sia vivo).

Ma i decessi di tutti quei personaggi, sono reali? I morti sono veramente morti?

infinity war
Thor, Star-Lord, Gamora

Sono abbastanza sicuro che nel secondo capitolo dell’Infinity War (che per adesso ha il titolo provvisorio di Avengers 4) li rivedremo se non tutti la maggior parte. Spiderman è atteso da due sequel, e dopo tutta la fatica che ha fatto la Marvel per riprendersi i diritti dell’Uomo Ragno dubito fortemente che rinuncerà ad un simile investimento dopo soli due film. Stessa cosa vale per i Guardiani della Galassia. Un sequel è già in cantiere, ma se l’unico sopravvissuto a Thanos fosse Rocket la squadra non esisterebbe e non esisterebbe neppure il sequel, anche se ancora non si sa se i fatti saranno antecedenti ad “Infinity War”.

La teoria più diffusa è quella riguardante la Gemma del Tempo. Abbiamo visto che grazie al suo potere Thanos torna indietro nel tempo, dopo che Scarlet ha distrutto la Gemma della Mente ( e ucciso Visione), lo stesso Thanos riporta in vita Visione e si impossessa dell’ultima Gemma. Se gli Avengers ancora in vita riuscissero ad impadronirsi della Gemma Verde potrebbero salvare tutti quanti. C’è chi sostiene che a sottrarre la pietra a Thanos sarà Nebula.

thanosMa chi sa che non sia un nuovo arrivo a risolvere la situazione e a rimettere le cose a posto. Naturalmente il primo nome della lista è quello di Capitan Marvel, uno degli esseri può potenti dell’intero Universo Marvel. Nick Fury, nella scena post titoli di coda, pochi secondi prima di dissolversi riesce ad inviare un messaggio alla nuova eroina in arrivo. Certa è la notizia che nel 2019 uscirà, prima di “Avengers 4”, una pellicola incentrata sulla supereroina Capitan Marvel (che sarà interpretata da Brie Larson), ma la storia dovrebbe svolgersi prima degli avvenimenti di Infinity War, visto e considerato che ci Samuel L. Jackosn nel ruolo di Nick Fury.

L’altra teoria è legata ad una delle scene viste dopo i titoli di coda del secondo capitolo dei Guardiani della Galassia. In questa scena la regina dei Sovereign, Ayesha, confessa di aver creato una nuova arma da lei chiamata Adam. Potrebbe essere un’allusione all’arrivo di Adam Warlock, un potente stregone creato artificialmente, che nei fumetti è il principale nemico di Thanos e l’unico che il titano ritenga alla sua altezza.

Può succedere e deve succedere ancora tanto. Ma, purtroppo per noi fan della Marvel, ci sarà ancora un bel pò da aspettare. Nel frattempo possiamo consolarci con Deadpool 2 (in uscita a maggio) e Dark Phoenix (in uscita a novembre).

Andrea Di Mastrorocco