Un sapore di ruggine e ossa

Un sapore di ruggine e ossa, un film dolce amaro

Un sapore di ruggine e ossa, Marion Cotillard brilla di luce propria

Un sapore di ruggine e ossa
Stephanie (Marion Cotillard) e Alì (Matthias Schoenaerts)

Un sapore di ruggine e ossa, apre la scena con Alì (Matthias Schoenaerts) e suo figlio Sam, un bambino di soli 5 anni. Vagano per le strade, cercando di arrivare a casa della sorella di Alì, Anna che non vede da moltissimo tempo.

Un sapore di ruggine e ossa
Alì e Sam

Stabilendosi da lei l’uUn sapore di ruggine e ossaomo cerca di arrangiarsi con piccoli lavoretti occasionali, che mai si concretizzano, a causa del proprio carattere, molto irruento e spaccone.

Alì è un padre distratto, egoista, scontroso, disattento ai bisogni del piccolo Sam. Un giorno trova un lavoro come buttafuori in una discoteca, e fa la conoscenza di Stephanie, (Marion Cotillard, “Mal di piete“, “Una lunga domenica di passioni“) una giovane addestratrice di orche che a causa di un incidente, rimane su di una sedia a rotelle.

Il film narra il rapporto tra Alì e Stephanìe, di come, facendosi forza e coraggio l’una

Un sapore di ruggine e ossa

con l’altro, cerchino di cambiare la propria vita, scavando dentro le proprie paure e le proprie realtà, sapendo con amara coscienza, che la vita è difficile e dura, ma che da essa si può trarne qualcosa di positivo.

Stephanìe riesce a vedere il lato sensibile di Alì, quel lato così tanto nascosto che nessuno vede tranne lei. Alì d’altro canto riesce a starle vicino nel periodo più brutto della sua vita. Riuscirà l’uomo a fare pace con la sua rabbia interiore e cosa più importante, ad essere uUn sapore di ruggine e ossan vero padre per il piccolo Sam?

E’ un film dolce amaro, e le atmosfere fredde che dominano la pellicola, è come se tormentassero lo stato d’animo nella vita dei protagonisti.

Matthias Schoenaerts è irruento, e dona al personaggio di Alì molteplici sfaccettature, che lo rendono nel bene o nel male un combattente.

Marion Cotillard brilla di luce propria! E’ un’attrice straordinaria, dotata di un grandissimo talento, capace di sorreggere tutto il film e donando alla pellicola quel pizzico di calore umano di cui ha bisogno.Un sapore di ruggine e ossa

Le molteplici espressioni, i movimenti, e un sorriso che parla da solo ( c’è una scena all’ inizio dove vediamo Stephanie depressa che ha in mano una lama), Sthephanie riesce a rialzarsi dalle ceneri di quello che era la sua vita riuscendo a dimostrarlo, a testa alta, iniziando perché no, da una fresca, liberatoria e rigenerante nuotata in mare.

Alessia Lugli