Deadpool 2 (2018, regia di David Leitch) recensione

Deadpool 2. “Un vero film per famiglie sui buoni sentimenti”.

 

Deadpool
Wade Wilson alias Deadpool (Ryan Reynolds)

Dopo una lunga attesa, Wade Wilson (Ryan Reynolds), torna finalmente ad indossare il costume rosso di Deadpool. Nel secondo capitolo dedicato all’antieroe più irriverente del mondo, Deadpool dovrà vedersela con Cable (Josh Brolin), un uomo venuto dal futuro dotato di un potente braccio cibernetico ed un arsenale di armi. Compito di Wade Wilson, sarà proteggere un ragazzino mutante dalla caccia spietata di Cable.

Deadpool
Cable (Josh Brolin)

DeadpoolIl primo Daedpool, aveva rivoluzionato il mondo dei cinecomic, presentando al pubblico un personaggio del tutto diverso da quelli visti fino a quel momento. Scorretto, scurrile, spregiudicato e vendicativo, di certo lontano dai buonismi degli X-Men o di Capitan America. Un personaggio il cui unico scopo era quello di trovare chi gli aveva fatto del male ed ucciderlo senza stare a pensarci troppo. Il tutto veniva condito da una serie infinita di divertenti gag che rendevano il personaggio di Deadpool, ancora più amabile ed originale.

Sebbene le scenette comiche non manchino assolutamente in ” Deadpool 2″, il film risulta essere molto più introspettivo rispetto al primo. Wade Wilson, infatti, oltre che a dover combattere contro un potente nemico, dovrà impegnarsi nella ricerca di sé stesso e di ciò che realmente vuole essere. Lo farà ovviamente a modo suo, rendendo tutto quanto molto comico e molto godibile, sparando una parolaccia dopo l’altra, ma tuttavia avvicinandosi sempre di più all’essere un eroe e non un antieroe.

Deadpool

“Non vivi veramente finché non muori un po’…”

L’alto rischio di girare un film del genere, era quello di osare troppo nel renderlo comico finendo per mettere in scena una parodia demenziale. Il grande merito del regista David Leitch (al suo terzo film da regista dopo “John Wick” e “Atomica Bionda“), è stato quello di non esagerare con la comicità, mescolandola con attimi toccanti e di riflessione. Il risultato è un film d’azione godibile quanto una commedia.

Deadpool

Chiunque pensi che “Deapool 2” sia meno divertente o non altezza del primo si sbaglia. Semplicemente ci viene mostrato (giustamente) un altro lato del personaggio di Wade Wilson, che senza perdere la sua arroganza e il suo sarcasmo riesce ad evolversi. Da non sottovalutare assolutamente il personaggio di Cable, che avrà un ruolo importante nell’evoluzione di Deadpool.