Grease
Sandy Olsson (Olivia Newton John) e Danny Zuko (John Travolta)

L’idea di base di Grease nacque fra le strade di Chicago, dall’adolescenza di Jim Jacobs e dalla co-scrittura dello stesso Jacobs insieme a Warren Casey. Come accade spesso agli scrittori, alcuni prendono piccoli pezzi dalla loro realtà e la trasformano in fantasia, fornendo libero sfogo alla propria immaginazione. Come il personaggio di Danny Zugo, sensibile ribelle, facente parte della banda dei T-Birds, esattamente come il cugino di Mr.Jacob, un adolescente all’epoca della brillantina. Dalle parole di Mr. Jacob le famose Pink Ladies esistevano davvero. Toste, piccole bullette, esattamente come nel film.

L’Idea di Grease

“Siamo negli anni 60′, com’è possibile che a Broadway non esista ancora uno spettacolo con musica rock’n roll???”

 

L’idea venne in mente a Mr.Jacobs come un fulmine a ciel sereno, che condivise immediatamente con l’amico Warren Casey ad una festa a casa sua. A Warren, piacque l’idea di Mr.Jacobs, voler mescolare esperienze scolastiche, scorribande fra gli amici, i fugaci accenni di una probabile storia, e un titolo alquanto improbabile: Grease.

Ma perché proprio Grease?

Grease significa grasso, come la brillantina, ed era proprio quella che i ragazzi degli anni 50′, i ragazzi del Rock’n Roll, usavano infilarsi fra i capelli per fare i tosti e rimorchiare una dolce e innocente ragazza o una Pink Ladies. Un giorno, Warren comprò una macchina da scrivere, informando l’amico Mr.Jacobs di aver scritto una scena tratta dalla loro inaspettata idea. Era quella del pigiama party delle ragazze.  Dopo averci lavorato su, e notando che le persone dopo averla letta ridevano e si divertivano, i due ebbero la sensazione di aver tra le mani un’idea geniale.

Scritto il copione, scritte le canzoni, trovati gli attori, si ritrovarono a doversi esibire per la prima volta in un club blues indipendente nella città di Chicago: il Kingston Mines, con un budget iniziale di produzione di 171 dollari. Grease

Grease
La prima locandina di Grease per il Kingston Mines

Il successo fu enorme. I biglietti erano richiestissimi, lo spettacolo procedeva alla grande, tanto che alcuni produttori di Broadway erano interessati al progetto. Perfino Michael Bennett, l’ideatore, regista e coreografo di “Chorus Line”, era andato a vedere lo spettacolo di Grease e ne era rimasto affascinato, benché non fosse proprio il suo genere. Warren e Mr.Jacob alla fine scelsero Ken Weissman e Maxine Fox, due giovani produttori in età adatta per capire a fondo sia il progetto che il Rock’n Roll.

Il passaggio da Chicago a Broadway fu determinante.

Grease
I membri del cast originale di Broadway nel 1972

Ovviamente furono adottati cambiamenti: aumentò il numero delle canzoni, furono ridotte alcune scene o fuse l’una con l’altra, venne ripulito il linguaggio, la volgarità e l’aspetto fisico dei personaggi, cambiandoli. C’erano tantissime differenze.

Broadway puntò ad eliminare il concetto di “unto”, e vivacizzarlo, rinnovarlo in brillante. Tutto era più patinato, raffinato e curato. Grease era un inno alla brillantina, come lo era Elvis, sexy e profumato.

Divenne uno spettacolo adatto al palcoscenico di Broadway. Grease debuttò a Broadway all’Eden Theatre il 14 Febbraio 1972 e nello stesso anno ricevette sette nomination ai Tony Award. 

Col tempo ogni versione di Grease venne cambiata. vennero prodotte moltissime versioni dello spettacolo teatrale originale, fino a quando nel 1978 venne realizzata la versione cinematografica, che consacrò definitivamente “Grease” come spettacolo di massa celebre in tutto il mondo.

Piccola curiosità: Patricia Birch, fece da coreografa sia per la produzione teatrale di Broadway del musical, sia nella versione cinematografica del 1978.

Grease, al cinema

Grease

Siamo nell’estate del 1958 e due giovani innamorati si baciano e abbracciano costeggiati dalle onde dell’Oceano. Si chiamano Sandy e Danny, e si sono conosciuti proprio durante le vacanze estive. Ma purtroppo il loro idillio presto avrà una fine: Sandy dovrà tornare in Australia, dov’è nata e cresciuta, e questo la sconvolge, perché non potrà più rivedere Danny. Dicendosi addio su di una scogliera al limite del mare, Sandy ammette che quella passata con Danny è stata la migliore estate della sua vita e che deve dire addio al ragazzo, che le risponde: <<Ma no, cosa dici, è solo il principio>>

Grease
I titoli di testa vennero realizzati da John Wilson, un animatore, mentre la musica venne realizzata da Barry Gibb, il fondatore dei Bee Gees

Inizia così la favola di Danny e Sandy, tra rock’n roll, brillantina, e balletti che sono entrati di diritto nella storia del cinema. Con il soggetto scritto a due mani da Jim Jacobs e Warren Casey, dopo essere approdato a Broadway, Grease finalmente sbarca nelle sale cinematografiche con la regia di Randal Kleiser. 

Grease
Frenchy (Didi Conn), Rizzo (Stockard Channing), Marty Maraschino (Dinah Manoff)

I programmi di Sandy però cambiano all’improvviso. La ragazza infatti, non tornerà in Australia per l’anno scolastico e anzi, si iscriverà inconsapevolmente alla stessa scuola di Danny, la Rydell High School, facendo amicizia con un gruppo di ragazze chiamate “Pink Ladies”: Rizzo, Marty, Jan e Frenchy che già conosce. Le ragazze, toste e amiche al punto giusto, hanno un modo di rapportarsi alle persone diverso da quello che ha Sandy, casta, pura ed estremamente timida. Per Sandy non sarà affatto facile addentrarsi in questo “nuovo mondo” di brillantina e sfacciataggine, di succhiotti e rock’n roll.

Grease
Putzie (Kelly Ward), Doody (Barry Pearl), Danny e Kenickie (Jeff Conaway)

Ma sia Danny che Sandy non hanno ancora dimenticato l’estate appena trascorsa insieme, e camminando fra i corridori della scuola, raccontano le proprie vicende amorose ai loro amici, attraverso gli stacchetti musicali a loro dedicati, in maniera decisamente diversa. Si, perché come Rizzo è a capo delle Pink Ladies, Danny Zuko è in realtà il capo della banda dei T-Birds, i bulli della Rydell High School. Giubbotti in pelle, sigarette e macchine ruggenti.

Grease

Inconsapevolmente i due ragazzi si incontrano, ma Danny non volendo “macchiare” la propria reputazione da bulletto sciupa femmine, tratta Sandy in maniera decisamente sgarbata, lasciandola andare via in lacrime. Frenchy, tenterà di rallegrare Sandy invitandola ad un pigiama party con le altre ragazze Pink, ma Rizzo si stancherà facilmente del comportamento perbenista della ragazza, e dopo averla vista strozzarsi con il fumo di una sigaretta, aver la nausea per un sorso di vino, inizia a prenderla in giro cantando “Sandra Dee”

Grease
Jan (Jamie Donnelly), Sandy , Frenchy , Rizzo e Marty
Sandy, scoraggiata e delusa, canterà “Hopelessly Devoted to you” (nominata agli oscar nel 1979), una canzone bellissima e struggente sulla forza dell’amore che la lega a Danny, ma che lei sente terribilmente lontano.

Danny, sentendosi terribilmente pentito per la figura fatta con Sandy, proverà a riconquistarla decidendo di avvicinarsi al “suo mondo”, iniziando a comportarsi come un bravo ragazzo. Il ragazzo si recherà nella palestra della Rydell e grazie all’aiuto del Coach Calhoun (Sid Caesar), sperimenterà qualche sport. Lì Sandy lo noterà correre con la divisa della Rydell, e spiazzata dal comportamento di Danny, accetterà il suo invito per il ballo scolastico, o meglio, una gara scolastica che sarà mandata in diretta televisiva.

Grease

I ragazzi tutti gasati inizieranno a dimenarsi nei balli più sfrenati, tutta la scuola impazzirà con le note del rock’n roll (e con le stravaganti coreografie di Patricia Birch), via via le coppie verranno eliminate dalla gara, compresi Danny e Sandy, che saranno divisi da sue ospiti inattesi. Sorprendentemente Danny, sebbene Sandy venga allontanata, continuerà a ballare niente popò di meno che con Cha Cha DiGregorio, compagna di ballo di Kenickie, e ragazza di Leo, il capo degli Scorpions, con la quale Danny vincerà la gara di ballo della Rydell.

Grease
Cha Cha DiGregorio (Annette Charles)
La coppia Danny-Sandy, procede tra alti e bassi, tra canzoni, coreografie acrobatiche e amicizie ritrovate. E sono proprio le amicizie il cardine di Grease. Grazie al supporto di Frenchy, Sandy deciderà di porre un cambiamento alla propria vita, diventando… Sandy 2, la sexy e inattesa Sandy 2.Grease

– T-Birds –

Grease
Danny Zuko (John Travolta)

– Danny Zuko

Sebbene l’apparenza possa ingannare, l’anima del T-Birds è da bravo ragazzo, come quella di Danny Zuko, ragazzo estremamente sensibile che ritorna sui propri passi, pentito e subito consapevole di aver trattato male Sandy, la dolce ragazza che ama tanto, decidendo di riconquistare il suo cuore, mettendo da parte orgoglio e reputazione.

Grease
Kenickie (Jeff Conaway)

Kenickie –

E’ un altro membro dei T-Birds, migliore amico di Danny, e a capo anch’egli della banda di bulli più famosa della Rydell . Ha un carattere decisamente diverso da quello di Danny, più rude e impulsivo. Innamorato cotto della bella Rizzo, proverà a farla ingelosire uscendo con la sfrontata Cha Cha DiGregorio (Annette Charles), la donna di Leo, il capo degli Scorpions, banda rivale dei T-Birds. Ma la grande sensibilità del ragazzo si vedrà nell’abbraccio fraterno con Danny, prima della gara automobilistica, dove Kenickie chiederà a Danny di stargli vicino se la gara dovesse andare male.

Grease
Putzie (Kelly Ward), Doody (Barry Pearl), Sonny (Michael Tucci)

– Putzie, Doody e Sonny

Loro rappresentano i T-Birds “minori”, coloro che mettono allegria e peccano di imbranataggine. Chiamati dal regista e dalla troupe “i tre marmittoni”, i tre attori proponevano spesso a Randal Kleiser degli stacchetti piuttosto divertenti, come quello che vediamo durante la festa serale alla Rydell, nel quale i tre improvvisano uno siparietto piuttosto divertente

– Pink Ladies –

Grease

Rizzo

L’anima tormentata delle Pink Ladie è decisamente Rizzo, inquieta e con tanta voglia di divertirsi. Rizzo esce di volta in volta con Kenickie con il quale ha dei brevi flirt che la porteranno a credere di essere incinta, a causa di un rapporto non protetto con il ragazzo. La voce di Stockard Channing che interpreta Rizzo, esploderà in una canzone triste e amara, “There Are Worse Things”. Rizzo è considerata una ragazza di facili costumi fra i corridoi della Rydell High School. Ma come tutte quelle ragazze che in giovane età pensano di essere rimaste incinte, dentro di lei si fa largo il pentimento, ma la consapevolezza di non cambiare e in fondo di rimanere se stessa.

grease
Rizzo, Frenchy (Didi Conn), Jan (Jamie Donnelly), Marty (Dinah Manoff)

– Frenchy, Marty, Jan

Frenchy è l’amica americana di Sandy, colei che inizialmente fa da guida alla ragazza per cercare di ambientarsi a Rydell. Successivamente, durante un pigiama party organizzato proprio a casa sua, annuncia alle ragazze che abbandonerà Rydell per una scuola di estetista. Ma quando si renderà conto che la vita fuori dal liceo non è affatto facile come si può pensare, si tingerà i capelli di rosa. A lei è dedicato il siparietto musicale “Beauty School Drop-Out”, canzone originale di Grease scritta da Mr.Jacobs, interpretata in questo adattamento da Frankie Avalon. Marty, invece, è la ragazza Pink più disinibita, mentre Jane che in realtà non si vede poi molto, è la ragazza “paffutella” del gruppetto.

– Canzoni –

Summer Nights –

E’ la canzone cantata a più voci sia dal gruppo di Danny che da quello di Sandy. Cantano e narrano ai propri amici e compagni di scuola, la loro storia d’amore, ovviamente in maniera molto diversa. A detta di Patricia Birch, la coreografia era di base teatrale, nessuno stava fermo, ogni persona effettua un movimento.

Grease
Summer Nights

Look at me, I’m Sandra Dee –

Cantata da Rizzo e compagne al pigiama party organizzato da Francy. Qui Rizzo, stanca delle maniere pure e caste dell’innocente Sandy, mentre lei è in bagno a sistemarsi un orecchio sanguinante, la prende in giro indossando una parrucca bionda. Curiosità del caso vuole che in questa scena si veda una foto di Elvis Presley, che proprio il giorno stesso delle riprese di “Look at me, I’m Sandra Dee”, morì.

Grease
Look at me, I’m Sandra Dee

Greased Lightnin’ –

Forse è l’arrangiamento rimasto più impresso nelle nostre menti. Ricordiamo Danny (John Travolta), saltellare su e giù sulla macchina da sistemare e poi via giù scomparire e magicamente ricomparire in una realtà diversa, con una macchina luminosa rosso fuoco e i ragazzi della lezione di meccanica ballano intorno a lui. Piccola curiosità vuole che “Greased Lightnin” avrebbe dovuto interpretarla Jeff Conaway, e non John Travolta. Fu proprio Travolta ad insistere perché la cantasse lui.

Grease
Greased Lightnin’

Beauty School Drop-out-

Rappresenta un sogno di Frenchy. Con protagonista Frankie Avalon, che con le sue parole cerca di convincere la ragazza a tornare al liceo, che tanto ingenuamente ha lasciato per una piccola scuola di bellezza. Piccole curiosità: i cherubini alla fine della canzone sono “i tre marmittoni”, attaccati a delle funi “invisibili”; mentre l’espressione incantata di Frenchy (Didi Conn) era reale, non recitata, perché l’attrice era una fan di Frankie Avalon, molto famoso negli anni 50′.

Grease
Beauty School Drop-out
Hopelessly devoted to you – 

Venne aggiunta all’ultimo momento, a riprese ormai finite. Patricia Birch, la coreografa, inizialmente non aveva idea di come gestire lo spazio disponibile, perché non voleva assolutamente che Sandy rimanesse ferma, per non annoiare lo spettatore. Olivia Newton John la cantò splendidamente, tanto che “Hopelessly devoted to you” venne candidata agli Oscar nel 1979.

Grease
Hopelessly devoted to you

There are worse things – 

E’ la canzone che canta Rizzo. Additata dalle altre compagne di scuola come poco di buono, la ragazza soffre perché ha paura di essere rimasta incinta. Personalmente è la canzone che preferisco di più, oltre perché diversa, trovo che sia la più vera, la più passionale.

Grease
There are worse things
You’re the one that i want –

La canzone del cambiamento di Sandy. E’ il giorno della fine della scuola e Danny è deciso più che mai a cambiare orizzonti e a frequentare corsi di atletica presso la Rydell. Non si è accorto però, che anche Sandy ha subito un cambiamento. Come si dice… in amore si giunge a compromessi, cerchiamo di poter cambiare in qualche modo per avvicinarsi emotivamente alla persona che si ama. Ed è così che fanno Danny e Sandy.

grease
You’re the one that i want

“I got chills they’re multiplying

and i’m losing control

‘Cause the power you’re supplying

it’s electrifying”

We go together –

Grease
We go together

E’ la canzone finale. Tutti i protagonisti e non si incontrano in un grandissimo ballo di gruppo, di presentazione e di addio. Curiosità vuole che vengano presentati i ballerini di Patricia Birch, chiamati i D1-20. Erano coloro che fornivano i giusti movimenti durante la gara di ballo, coloro che mediante varie acrobazie, contribuirono a riempire le scene con balli coreografici. Oltretutto insegnavano a ballare alle varie comparse.

– Grease e l’impatto con il mondo –

Grease

Alzi la mano chi non ha mai ballato una canzone di Grease, almeno quando era bambino. Alzi la mano chi non ha mai ballato, scatenandosi con “Greased Lightnin'”, indossato un giubbotto di pelle e far finta di pettinarsi come un T-Bird, o ancheggiato a suon di musica come le Pink Ladies. Grease ha portato nel mondo adolescenziale nutrito da bulli e rivalità, una svolta fondametale nell’immaginario collettivo. Tutti possono essere chi vogliono essere. Al di là del carattere, al di là delle apparenze, al di là delle prese in giro. Tutti possono rialzarsi dai brutti ricordi e continuare ad amare, far valere se stessi e far crescere la propria personalità. La parola fondamentale per definire “Grease” è crescita, e lo facciamo anche noi, piccoli o grandi che siamo, bisognosi di qualcuno che ci fornisca la giusta spinta per capire che al mondo abbiamo bisogno di qualcuno che ci capisca, gli amici.

Alessia Lugli