Che fine ha fatto Baby Jane?, 1962

Che fine ha fatto Baby Jane? –  Bette Davis vs Joan Crawford

Baby Jane
Jane Hudson (Batte Davis)
Baby Jane
Baby Jane Hudson (Juliet Allred)

E’ il 1917. Jane Hudson, meglio conosciuta come “Baby Jane”, è una vera e propria bimba prodigio. Dotata di una grazia naturale e di eccelse doti canore, si esibisce costantemente nei teatri di vaudeville di New York. Baby Jane è una star, e con il suo lavoro riesce a mantenere tutta la famiglia. E’ talmente famosa che in suo onore viene creata la bambola di porcellana Baby Jane Hudson. Assuefatta dal successo, la bimba prodigio tratta tutti con disprezzo, maltrattando particolarmente la sorella maggiore Blanche.

Passano gli anni, e i ruoli si invertono.

1962. Jane (Bette Davis) ha più di cinquant’anni, è alcolizzata e psicolabile, inoltre non ha più un ingaggio dall’adolescenza. Sua sorella Blanche (Joan Crawford) è diventata una attrice bellissima e famosa, ma a seguito di un incidente è costretta su una sedia a rotelle. Le due sorelle sono dunque obbligate a vivere insieme e a dipendere l’una dall’altra, nonostante l’odio reciproco. Cosa abbastanza buffa considerato che le due attrici si odiavano per davvero. Blanche non può prendersi cura di sé per via della sua condizione fisica, mentre Jane ha bisogno dei soldi della sorella poiché è completamente squattrinata.

Baby Davis
Blanche Hudson (Joan Crawford) e Jane Hudson (Bette Davis)

La pellicola ha avuto la sua prima il 31 ottobre del 1962 a Cincinnati (Ohio), ed è stata presentata al Festival di Cannes l’11 maggio del ’63. Le opinioni dei critici dell’epoca si divisero in due dopo la distribuzione di “Che fine ha fatto Baby Jane?”. Alcuni lo definirono un film non particolarmente emozionante, noioso e privo di tensione (cose da matti!). Altri pensarono che l’opera di Robert Aldrich (il regista) fosse all’avanguardia. Il gioco di riflessi rompeva completamente gli schemi dei thriller hollywoodiani, spaccando la separazione tra realtà e finzione.

Bette Davis

“Tu non potresti fare tante stramberie se io non stessi su questa sedia.”

Il film è un dramma psicologico, con protagoniste due donne di mezza età che si distruggono a vicenda. Di rado due dive di Hollywood hanno recitato insieme con tale intensità e scagliandosi l’una contro l’altra in modo così spietato. Le due dive sfruttano la loro rivalità a vantaggio dello spettacolo. Un’ostilità che sembra essere nata quando Bette Davis ha affermato che per arrivare al successo la Crawford “è andata a letto con ogni attore della MGM (Metro-Goldwyn-Mayer) tranne che con Lessie.” In tutta risposta, Joan Crawford ha ribattuto dicendo che “la Davis deve la sua popolarità unicamente agli occhi a palla, alle sigarette e alle battute pesanti, non certo al talento”.

Baby Jane

Il livello di tensione in cui vivono le due sorelle Hudson viene ben rappresentato quando Jane, portando la colazione a Blanche, la avvisa che ci sono i topi i cantina. Quest’ultima, allo stremo della fame, pensa erroneamente che la sorella non sia così macabra da averle messo un topo morto nel suo pasto, tuttavia è inorridita all’idea di alzare il coperchio del vassoio.

“Che fine ha fatto Baby Jane?” vive dell’intensità con cui le due sorelle si terrorizzano a vicenda. Per tutta la durata della trama, immaginiamo che Jane sia la malefica sorella che prova godimento nel maltrattare Blanche. L’ex bimba prodigio infatti le impedisce ogni contatto con il mondo esterno, e la fa lentamente morire di fame, mentre assapora la fantasia di un suo ritorno sulle scene, come se per lei il tempo si fosse fermato come la bambola di porcellana creata a sua immagine quando era bambina.

Baby Jane

La Davis è stata talmente brava nel ruolo di Jane Hudson che nel 2003 è stata inserita al 44° posto nella lista “AFI’s 100 years… 100 Heroes and Villains” stilata dall’American Film Institute.

Un piccolo aneddoto: per la scena in cui Jane picchia Blanche, Joan Crawford aveva paura che Bette Davis la picchiasse davvero, così chiese di essere sostituita da una controfigura. Purtroppo per lei, in una scena molto ravvicinata, fu costretta a recitare personalmente, e la Davis le diede un colpo in testa talmente forte che fu necessario applicare dei punti. Per vendicarsi, nella scena in cui Jane trascina Blanche fuori dal letto e per la stanza, la Crawford fece in modo di essere il più pesante possibile, sapendo che Bette Davis soffriva di mal di schiena.

Andrea Di Mastrorocco